BOCA

La D.O.C. Boca è stata riconosciuta nel 1969.

VITIGNI: i vini “Boca” e “Boca Riserva” sono ottenuti da nebbiolo (localmente chiamato spanna): dal 70% al 90%; vespolina e uva rara (bonarda novarese): da sole o congiuntamente dal 10% fino al 30%. 

ZONA DI PRODUZIONE: Boca ed in parte i comuni di Maggiora, Cavallirio, Prato Sesia e Grignasco. (Novara). 

TERRENO: il Boca deve la sua qualità/complessità al terreno, principalmente composto da rocce vulcaniche, particolarissimi i porfidi rosa.

CARATTERISTICHE:

Colore: rosso rubino con riflessi granato, tendente all'aranciato dopo lungo affinamento.

Profumo: elegante, fine complesso, scorza d'arancia rossa, pepe nero, viola.

Gusto: secco, sapido, equilibrato, giustamente tannico.

Invecchiamento: “Boca” mesi 34 di cui 18 in legno - “Boca riserva" mesi 46 di cui 24 in legno. 

Abbinamento: risotto ai funghi porcini, ravioli con sugo di arrosto, brasato al Boca. Formaggi di media stagionatura, preferibilmente latte vaccino.



GATTINARA

La D.O.C.G. Gattinara è stata riconosciuta nel 1990.

VITIGNI: nebbiolo (localmente chiamato spanna) dal 90% al 100%, nel restante 10% possono essere impiegate vespolina (max 4%) e uva rara (chiamata anche bonarda di Gattinara).

ZONA DI PRODUZIONE: comune di Gattinara (Vercelli).

TERRENO: i terreni sono compatti in profondità e friabili in superficie, composti prevalentemente da porfidi.

CARATTERISTICHE:

-Colore: granato con riflessi aranciati che diventano più evidenti con l'invecchiamento.

-Profumo: fine e intenso, speziato con note di viola e frutti rossi, effluvi minerali e balsamici.

-Gusto: asciutto, fresco con un finale speziato e giustamente tannico.

-Invecchiamento: per il Gattinara sono previsti minimo 35 mesi di invecchiamento, 24 dei quali in legno. Per il Gattinara Riserva invece sono previsti 47 mesi 36 dei quali in legno.

-Abbinamento: risotti con brodo di carne, carni rosse brasate e selvaggina, formaggi a pasta dura stagionati.



GHEMME

La D.O.C.G. Ghemme è stata riconosciuta nel 1997.

VITIGNI: nebbiolo (chiamato spanna) minimo 85%, nel restante 15% possono essere utilizzate anche uva rara e/o vespolina.

ZONA DI PRODUZIONE: nei comuni di Ghemme e Romagnano Sesia (Novara).

TERRENO: colline formate da depositi fluvio glaciali di diversa composizione, ricchi di minerali che conferiscono al vino una notevole sapidità.

CARATTERISTICHE:

-Colore: rosso rubino con riflessi granato.

-Profumo: fine e intenso con note fruttate, speziate e floreali.

-Gusto: asciutto e sapido, con un finale gradevolmente amarognolo.

-Invecchiamento: sono previsti da disciplinare 34 mesi di invecchiamento, 18 dei quali in legno. Per la tipoogia "Riserva" invece sono previsti 46 mesi, 24 dei quali in legno. Per entrambe le tipologie sono previsti ulteriori 6 mesi di invecchiamento in bottiglia.

-Abbinamento: risotti o pasta con sughi di carne, carni brasate e in salmì, selvaggina, asino e formaggi stagionati.



BRAMATERRA

La D.O.C. Bramaterra è stata riconosciuta nel 1979.

VITIGNI: nebbiolo (spanna) dal 50 al 80%, croatina fino al 30%, uva rara e/o vespolina fino al 20%.

ZONA DI PRODUZIONE: comuni di Brusnengo, Curino, Masserano, Sostegno e Villa del Bosco (Biella) e comuni di Lozzolo e Roasio (Vercelli).

TERRENO: rocce vulcaniche, derivate dal Supervulcano del Sesia, sabbie marine e particolari rocce calcaree uniche nel territorio.

CARATTERISTICHE:

-Colore: rosso granato con riflessi aranciati più evidenti con l'invecchiamento.

-Profumo: intenso con note speziate e floreali, frutti di bosco ed effluvi minerali.

-Gusto: strutturato, fresco, con buona tannicità.

-Invecchiamento: previsti da disciplinare 22 mesi, di cui 18 in legno di invecchiamento. La riserva richiede un invecchiamento di 34 mesi, di cui 24 in legno.

-Abbinamneto: molto apprezzato con i primi piatti, soprattutto risotti, e carni bianche, anche in umido.



COLLINE NOVARESI

La D.O.C. è stata riconosciuta nel 1994 e comprende numerose tipologie di vino, sia rossi che bianchi.

VITIGNI: la denominazione Colline Novaresi senza specificazione di vitigno, nella tipologia rosso o rosato, è ottenuto da nebbiolo per almeno il 50%, mentre nella tipologia bianco è ottenuto con il 100% di uva "erbaluce" greco novarese.

“Colline Novaresi” seguita dalla specificazione del vitigno è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti dai vitigni corrispondenti per almeno l’85%. I vitigni che possono essere utilizzati sono quelli del territorio, quali nebbiolo (spanna), uva rara (bonarda novarese), barbera, vespolina e croatina.

 ZONA DI PRODUZIONE: nei comuni in provincia di Novara, situati nelle zone collinari tra i fiumi Sesia e Ticino.

TERRENO: suoli morenici di origine alluvionali, più argillosi in alcune zone e più sciolti in altre, determinano una varietà di caratteristiche che sono accentuate dalle diversità dei vari vitigni autoctoni.

CARATTERISTICHE: Le caratteristiche variano in base alle uve utilizzate. 

-Colore: varia dal paglierino del bianco, alle diverse sfumature di rosa nella tipologia rosato, al rubino dei rossi, granato con l'invecchiamento. 

-Profumo: piacevoli note fruttate e floreali con sentori speziati e minerali, quest'ultime soprattutto nella tipologia rosso.

-Gusto: caratteristiche comuni sono le note fresche e fruttate, la sapidità, ed un retrogusto piacevolmente ammandorlato.

-Invecchiamento: il disciplinare non lo prevede.

-Abbinamento: la vasta gamma di prodotti garantisce una copertura per tutto il pasto, dagli antipasti, ai primi piatti, formaggi e carni.



COSTE DELLA SESIA

La D.O.C. Coste della Sesia è stata riconosciuta nel 1996.

VITIGNI: la denominazione "Coste della Sesia" senza specificazione di vitigno, nella tipologia rosso o rosato, comprende vini composti da almeno il 50% di uve nebbiolo, per la tipologia bianco dal 100% da uve erbaluce detto anche greco novarese.

La denominazione "Coste della Sesia" seguita dalla specificazione del vitigno è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti dai vitigni corrispondenti per almeno l’85%. I vitigni utilizzati per questa tipologia sono: nebbiolo (spanna), croatina e vespolina.

ZONA DI PRODUZIONE: comuni delle province di Biella e Vercelli situati nelle zone collinari tra la Dora Baltea e il fiume Sesia.

TERRENO: il territorio è molto variegato sia dal punto di vista climatico sia dal suolo. I terreni variano da composizioni di argilla a sabbia, a ciottoli di granito e porfido.

CARATTERISTICHE: le caratteristiche variano in base alle uve utilizzate.

-Colore: varia dal paglierino del bianco, alle diverse sfumature di rosa nella tipologia rosato, fino ad arrivare al rosso granato del nebbiolo.

-Profumo: fine e delicato, con note speziate, floreali e fruttate a seconda della tipologia.

-Gusto: caratteristiche comuni sono la freschezza e la sapidità, buon equilibrio e piacevolezza.

-Invecchiamento: il disciplinare non lo prevede.

-Abbinamento: la diversità di prodotti garantisce una copertura per tutto il pasto, dagli antipasti, ai primi piatti, formaggi e carni.



FARA

La D.O.C. Fara è stata riconosciuta nel 1969.

VITIGNI: nebbiolo (spanna) dal 50% al 70%; vespolina e/o uva rara max. 50%; per un altro 10% possono essere utilizzate altre uve idonee alla coltivazione in Piemonte.

ZONA DI PRODUZIONE: comuni di Fara Novarese e Briona (Novara).

TERRENO: suolo argilloso con depositi fluvio glaciali, con ghiaie e ciottoli.  

CARATTERISTICHE:

-Colore: rosso Rubino.

-Profumo: fine con delicate note floreali.

-Gusto: asciutto e sapido.

-Invecchiamento: il disciplinare per il  “Fara” prevede un invecchiamento di 22 mesi di cui 12in legno. Per il Fara Riserva l'invecchiamento è di 34 mesi di cui 20 in  legno.

-Abbinamento: si sposa bene con brasati, ma anche con grigliate di carne a base di maiale. Formaggi stagionati.



LESSONA

La D.O.C. è stata riconosciuta nel 1976.

VITIGNI: nebbiolo (spanna) minimo 85%; vespolina e/o uva rara max. 15%.

ZONA DI PRODUZIONE: comune di Lessona (Biella).

TERRENO: sedimenti marini e porfidi, con una ricca componente minerale caratterizzata da ferro, potassio e magnesio.

CARATTERISTICHE:

-Colore: rosso granato con riflessi aranciati evidenti con l'invecchiamento.

-Profumo: elegante con note floreali di viola. Scorza di agrume, frutti rossi, spezia fine soprattutto il pepe nero.

-Gusto: fine, abbastanza tannico, buona sapidità.

-Invecchiamento: il disciplinare prevede un invecchiamneto di 22 mesi 12 dei quali in legno. Il Lessona Riserva invece invecchia 46 mesi 30 dei quali in legno.

-Abbinamento: risotti, carni bollite e formaggi stagionati.



SIZZANO

La D.O.C. Sizzano è stata riconosciuta nel 1969.

VITIGNI: nebbiolo (spanna) dal 50% al 70%; vespolina e/o uva rara (bonarda novarese) dal 30 al 50%, per un altro 10% possono essere utilizzate altre uve idonee alla coltivazione in Piemonte.

ZONA DI PRODUZIONE: comune di Sizzano (Novara).

TERRENO: suolo argilloso con depositi fluvio glaciali, con ghiaie e ciottoli.

CARATTERISTICHE:

-Colore: rosso rubino con riflessi granato.

-Profumo: fine, con note di violetta. Spezia pungente, cacao, frutti neri, anche in confettura.

-Gusto: piacevolmente fresco e sapido. Giustamente tannico di buona struttura.

-Invecchiamento: è previsto un invecchiamento di 22 mesi di cui 16 in legno, per il Sizzano Riserva 34 mesi di cui 24 in legno.

-Abbinamento: stracotto d'asino, arrosti importanti e formaggi stagionati.



VALLI OSSOLANE

La D.O.C. Valli Ossolane è stata riconosciuta nel 2009.

VITIGNI: “Valli Ossolane Bianco» è composto da vini ottenuti da uve chardonnay per almeno

il 60%; altri vitigni a bacca bianca non aromatici idonei in Piemonte per un massimo del 40%.

“Valli Ossolane Rosso” è composto da vini ottenuti da uve nebbiolo, croatina, merlot per almeno il 60% da soli o insieme; per il restante 40% possono essere utilizzati altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione in Piemonte.

"Valli Ossolane Nebbiolo" o "Valli Ossolane Nebbiolo Riserva" è prodotto con almeno 85% di uve nebbiolo e 15% uve a bacca rossa idonee alla coltivazione in Piemonte.

ZONA DI PRODUZIONE: comuni di Beura, Cardezza, Bognanco, Crevoladossola, Crodo, Domodossola, Masera, Montecrestese, Montescheno, Pallanzeno, Piedimulera, Pieve Vergonte, Premosello, Ornavasso, Trontano, Viganella, Villadossola, Vogogna (Verbano Cusio Ossola).

TERRENO: suoli di origine morenica con uno scheletro ghiaioso caratterizzato da un ottimo drenaggio.

CARATTERISTICHE:

-Colore: rosso rubino con riflessi granato.

-Profumo: frutti rossi, pepe nero, sentori minerali e note balsamiche.

-Gusto: asciutto ed equilibrato.

-Invecchiamento: è previsto un periodo di invecchiamento di 13 mesi, 6 dei quali in legno.

-Abbinamento: primi piatti importanti a base di carne, formaggi media stagionatura e carni bianche.


Il carrello è vuoto!