Menu
Your Cart
Shipping starting from €5.99. Free with €69 spent! (valid in Italy).

Authors RSS Feed


Alessandro Carassale

Giornalista specializzato in enogastronomia, sommelier AIS, docente di Geografia in ruolo nelle Scuole Secondarie di Secondo Grado, è attualmente in servizio come ricercatore in storia presso L’Università di Genova. È collaboratore e corrispondente della Rivista trimestrale di enogastronomia “Barolo & Co.”. Scrive, inoltre, per altre riviste di settore, tra cui “Vitae” (trimestrale dell’Associazione Italiana Sommelier) e “Revue des Oenologues”. Collabora con il settimanale “La Riviera” e “Liguria Geografia”. 

Ha partecipato, in qualità di esperto del settore agro-alimentare, ai seguenti programmi televisivi: TG2 Eat Parade (RAI 2); Mela Verde (Canale 5).

È autore di numerosi saggi relativi alla storia dell’agricoltura e dell’alimentazione e ha fatto parte di Comitati scientifici di prestigiosi Convegni di Studio su tali argomenti in Italia e all’estero. 

Tiene seminari in Università nazionali e francesi ed è membro del Comitato scientifico del “Centro Studi per la Storia dell’Alimentazione e della Cultura Materiale Anna Maria Nada Patrone” (CeSA).



Andrea Li Calzi

Ciao ragazzi,

mi presento, sono Andrea Li Calzi e vivo a Novara. Da sempre ho avuto svariate passioni: basket, musica, cinema e cucina.

Quest’ultima, nel 2004 mi ha permesso di conoscere il mondo del vino, di tutte le passioni è quella che seguo di più, quella a cui dedico più ore del mio tempo libero, ma ciò che amo maggiormente è proprio visitare le aziende dell'Alto Piemonte, regione vitivinicola in cui sono nato e cresciuto, vera e propria culla del Nebbiolo, da noi chiamato Spanna, il re dei vitigni italiani.

Non contento di ciò che ho imparato dai libri comprati, e dalle aziende vitivinicole visitate in svariate regioni d’Italia, ho deciso nel 2012 di frequentare i corsi dell’Associazione Italiana Sommelier e dopo aver letteralmente “divorato” i tre livelli del corso, finalmente nel Giugno del 2013 mi sono diplomato assieme alla mia ragazza.

Danila, grazie a Dio ha la mia stessa passione, successivamente abbiamo frequentato "l'Ecole de Champagne" di Roberto Bellini, un seminario composto da due livelli di approfondimento sul vino più famoso di tutti i tempi, nel 2014 abbiamo avviato on line un blog dal nome "Fresco e Sapido", dedicato al mondo del vino a 360°. Attualmente sono anche uno degli autori della rivista Lavinium di Roberto Giuliani, dal 2000 una delle riviste indipendenti di settore più importanti dello stivale.

Considero questa nobile bevanda un qualcosa che va di pari passo con la civiltà dell’uomo, per svariate ragioni.

In questo nuovo blog, un progetto che sento molto e di cui ringrazio Gian Franco Reino per avermi voluto al suo fianco, il mio desiderio più recondito è quello di farvi conoscere il mio amato Alto Piemonte come non l'avete mai nemmeno immaginato.

Credetemi la materia è più che appassionante, ma non solo, sarà un viaggio dal quale non si torna più indietro.

Si parlerà di vino, una materia che vi permetterà di sviluppare i vostri sensi primordiali più assopiti, gli stessi che abbiamo un po' perso per strada.

Uno di questi è l’olfatto. Questo importante istinto, leggendo i miei articoli e assaggiando di conseguenza i vini che avrò il piacere di consigliarvi, lo ritroverete, come tante altri aspetti sensoriali che più avanti vi illustrerò.

Si parlerà di territorio, uno dei più antichi del Piemonte, tra i più vocati per tante, troppe ragioni, ma non voglio ancora svelarvele.

Affronterò interviste con i produttori di vino e con gli enologi del territorio, vi parlerò di eventi eno-gastronomici, eventi culturali, dove il vino è sempre presente e funge da complemento, per creare il giusto clima di convivialità.

Questa è una passione viscerale, l’unica che oltre a sviluppare l’intelletto sviluppa i vostri sensi, la vostra anima e dunque il vostro cuore.

Vi permetterà di conoscere tante persone di svariate culture e civiltà, di viaggiare e di fare nuove amicizie, di confrontarvi e perché no, di mettervi in discussione.

Non c’è nulla di più esaltante che assaggiare un bicchiere di vino nel luogo dov'è stato prodotto, pensate alle colline del comprensorio di Boca o di Gattinara, sullo sfondo il Monte Rosa, vera icona del nostro territorio, magari avendo prima parlato con le persone che hanno lavorato le stesse vigne nelle quali sono nate e cresciute.

Infine, magari dopo aver assaporato qualche piatto della cucina locale, fermarvi a considerare che tutto ciò vi ha permesso di provare un’autentica emozione.

Dunque restate sintonizzati, ci sarà da divertirsi e ricordate: "La vita è troppo breve per bere vini mediocri", come disse 

Johann Wolfgang Goethe, io mi permetto di aggiungere: "meglio bere grandi vini dell'Alto Piemonte".



Donatello Rinaldi

Piemontese di adozione, ligure  di provenienza  e girovago nello spirito.  Anche un po marinaio ma molto tempo fa...

Rientra nella specie protetta del WWF dei Geometri e diventa Sommelier spinto da una spasmodica curiosità per i vini: incubatori di, cultura, storia, territori e cantine. Pieno di carburante è sempre alla ricerca del suo gral, “l’abbinamento perfetto", sperando in cuor suo di non trovarlo mai per continuare a viaggiare ed osservare.

Si definisce un testimone di un territorio enologico magnifico perché analizza e degusta, ogni giorno, per raccontare e condividere le emozionanti e gustose scoperte.

PS: è anche Ambassador della Vespolina (per la conquista del Mondo !) ma questa, è tutta un’altra storia…



Erika Mantovan

Testarda, sensibile ed amante dei viaggi, dopo la Laurea in Economia e gestione del Turismo ed una tesi sull’etichettatura e comunicazione nel mondo del vino con la Camera di commercio di Torino, decide di intraprendere la propria strada trasformando la passione per la Sommellerie in lavoro.

Dopo lo stage in un centro media la rotta era impostata: lavora in Consorzi, in Regione e per Aziende vinicole fino all’incontro con un importante distributore che le conferma di aver intrapreso il giusto sentiero. I viaggi aumentano ed appaiono i primi articoli su qualche testata del settore.

Oggi seleziona i vini per La Guida de l’Espresso “I Vini d’Italia” ed è editor web content per la Sagna S.p.A. È facile trovarla tra qualche banco d’assaggio nello Stivale o in qualche cantina.



Francesco Quarna

Appassionato di musica, montagna e cultura del vino, Francesco Quarna si occupa dei contenuti digitali di Radio DEEJAY.

Perennemente diviso fra città e campagna, ama guardare l'orizzonte dalle colline della sua terra natia, l'Alto Piemonte.



Gabriele Confortola

Classe 1985, vivo tra la Valsesia e il lago d'Orta. Sono cresciuto nell’albergo della mia famiglia e così sin da piccolo mi sono trovato immerso nel mondo della ristorazione e del turismo. Scopro la mia passione per il vino molto presto, come di consuetudine in ambito montano. Approfondisco con molto entusiasmo le mie conoscenze enologiche partecipando a numerosi eventi e fiere di settore. Nel 2014 conseguo il titolo di Assaggiatore Onav, nel 2016 quello di Esperto Assaggiatore. Nel 2017 comincio il corso AIS e mi diplomo sommelier nel 2019. Partecipo spesso a banchi di assaggio e degustazioni a tema, anche organizzate dal sottoscritto. Sono appassionato di vitigni autoctoni e del legame con il loro terroir. Cultore dell’enogastronomia italiana a 360°, credo moltissimo nel suo potenziale. Per questo motivo dedico parte del mio tempo libero ad associazioni, a progetti di sviluppo rurale e ad organizzare escursioni a tema enogastronomico (www.winehiking.it).


In vino felicitas.

There are no blog posts to list.

This site uses cookies to improve your browsing experience. We assume you accept that by countinuing browsing.
Trustpilot