Menu
Your Cart
Shipping starting from €5.99. Free with €69 spent! (valid in Italy)

Carema DOC "Etichetta Nera" 2015 14% - Ferrando

Carema DOC "Etichetta Nera" 2015 14% - Ferrando
Carema DOC "Etichetta Nera" 2015 14% - Ferrando
70.00€
Price in AltoPiemonte points: 1300
  • Stock: In Stock
  • Reward Points: 70
  • Model: Etichetta Nera Ferrando

Available Options

TABELLA INFORMATIVA
Denomination: Carema DOC
Vitigni: 100% nebbiolo
Aging: 3 anni di cui 2 in barrique, uno in bottiglia prima della vendita
Colour: tra il rubino ed il granato, attualmente è in vantaggio il primo. Buona intensità di colore, tonalità calda, media trasparenza, disegna archetti fitti e regolari all’interno del calice.
Nose: Ferrando è una delle due aziende storiche di Carema, ma non solo: analizzando la storia del Piemonte vitivinicolo, in generale, occupa certamente una posizione di rilievo. Fu Giuseppe, il pioniere, nel 1890 a fondarla; la cantina ancor oggi ha sede a Ivrea (TO). “Bisognava far conoscere i vini piemontesi in Val d'Aosta”, questo il suo motto, e il nostro protagonista si diede un gran da fare per instaurare rapporti commerciali con la stupenda terra di confine dominata dalle vette del celebre Monte Bianco. Il figlio Luigi, anni dopo, percorre la stessa strada, ma il confine non è più prettamente territoriale, si estende al mondo intero. I vini di questa Cantina, oggigiorno, sono dei veri e propri cult per gli amanti del nebbiolo, inoltre sono richiestissimi anche dai mercati esteri. Il rapporto vero e proprio con il fiabesco borgo di Carema inizia nel 1957 per mano di Giuseppe, nipote del fondatore. Egli acquista un piccolo vigneto, e tra pergole, qui chiamate “topie”, e “pilun” (caratteristici tutori in pietra tronco-conici) inizia la sua avventura. Il Nebbiolo a Carema è chiamato picotendro, viene allevato su ripidi e scoscesi pendii delle colline moreniche che dominano il paesino, le stesse arrivano sino a 700 metri, protette dalle possenti braccia del Monte Maletto. Siamo ormai alla quinta generazione ed è Roberto a condurre il gioco, lo spirito è identico a quello dei suoi predecessori, inoltre moderne tecnologie, ormai sempre più necessarie, hanno permesso di elevare ancor di più gli standard qualitativi. Il 2015 è stato un millesimo indubbiamente caldo ma regolare, privo di fenomeni negativi o particolarmente rilevanti, dunque un’ottima annata. Il passaggio in barriques di 24 mesi, prima del riposo in bottiglia, dona al vino un timbro olfattivo notevole caratterizzato da spezie dolci che richiamano cannella, noce moscata e chiodo di garofano. Un naso molto elegante, con lenta ossigenazione pennellate floreali di viola e un continuo richiamo all’agrume stimolante, fresco, sa di bergamotto e tamarindo; chiude su toni boschivi e dolci rimandi di cacao e tabacco. Evolve magistralmente e cambia registro di continuo.
Taste: intenso, morbido, slanciato e particolarmente succoso: richiama l’agrume, dunque grande coerenza con quanto riscontrato al naso. Il vino è presto dominato da una lunga scia sapida, tipica del territorio, intervallata qua e là da lampi acidi e da un tannino coeso ma ancora ben presente. Godibilissimo sin da ora, ma dal potenziale pressoché “infinito”nei confronti dell’affinamento
Serving Temperature: 16-18°
Pair with: polenta concia con funghi porcini trifolati, agnello al forno con peperoni e patate novelle, formaggi stagionati a base di latte vaccino
Sommelier appretiation: 5
Wine description by sommelier: Andrea Li Calzi

La famiglia Ferrando opera nel mondo del vino da ben cinque generazioni.

L'azienda venne fondata nel 1890 da Giuseppe Ferrando, giunto ad Ivrea da Acqui con l'intento di introdurre i vini piemontesi in Valle d'Aosta.

Con il figlio Luigi l'attività intraprese il vero e proprio sviluppo. All'epoca l'azienda aveva sede nell'ex convento di San Bernardino a Ivrea, sottostante l'abitazione dell'ing. Camillo Olivetti.

A partire dal 1957 Giuseppe Ferrando, nipote del fondatore, iniziò la produzione del Carema. Nell'omonimo comune a ridosso della Valle d'Aosta, nel 1964 la famiglia realizzò la nuova cantina e da allora l'attività è seguita con grande passione e impegno da Roberto Ferrando, attuale titolare, subentrato a papà Luigi.

Write a review

Note: HTML is not translated!
Bad Good
Captcha
This site uses cookies to improve your browsing experience. We assume you accept that by countinuing browsing.
Trustpilot