Menu
Your Cart
Shipping starting from €5.99 (valid in Italy). Free with €120 spent!

Bramaterra DOC “I Porfidi” 2010 13% 75cl - Tenute Sella

Bramaterra DOC “I Porfidi” 2010 13% 75cl - Tenute Sella
Bramaterra DOC “I Porfidi” 2010 13% 75cl - Tenute Sella
Bramaterra DOC “I Porfidi” 2010 13% 75cl - Tenute Sella
Bramaterra DOC “I Porfidi” 2010 13% 75cl - Tenute Sella
Bramaterra DOC “I Porfidi” 2010 13% 75cl - Tenute Sella
40.00€
Price in AltoPiemonte points: 900
  • Stock: In Stock
  • Reward Points: 40
  • Model: Bramaterra I Porfidi Tenute Sella

Available Options

La Famiglia Sella, a partire dalla fine del '600, decide di investire, in aggiunta all'attività prevalente nell'impresa tessile, anche in agricoltura. Nel 1671, Comino Sella acquisisce una vigna a Lessona, piccolo territorio vinicolo già allora e da secoli dedicato alla produzione di vini rossi di pregio, frutto di nobili terre e sabbie di un antico mare. Le generazioni della famiglia Sella che nei tre secoli successivi hanno raccolto tale eredità hanno sempre mantenuto l'interesse per le vigne di Lessona.

TABELLA INFORMATIVA
Denomination: Bramaterra DOC
Vitigni: Nebbiolo 70 %, Croatina 20 %, Vespolina 10 %
Aging: 24 mesi in botti in rovere di Slavonia da 25 hl e 12 mesi in barrique in rovere di Allier
Colour: tra il rubino e il granato a vantaggio di quest’ultimo con l’invecchiamento, è consistente, luminoso e di media trasparenza.
Nose: una DOC lo scorso anno divenuta “splendida quarantenne”. La grande peculiarità delle uve che vengono allevate su queste colline del vercellese, nello specifico, quelle dell’etichetta “I porfidi” di Sella crescono a Villa del Bosco, è rappresentata da suoli ricchi di porfidi di origine vulcanica, la vite per cercare nutrimento compie uno sforzo considerevole, tutto ciò si traduce in una materia di altissimo livello e dall’impronta tipicamente minerale. L’annata 2010, essendo stata particolarmente regolare e priva di siccità o temperature elevate, amplifica queste sensazioni: il comparto minerale si palese subito, senza mezzi termini, effluvi che ricordano pietra calda al sole, terriccio, tocchi fumé di cenere; ben presto si palesa tutto un mondo di spezie fini ed erbe officinali: pepe nero, chiodo di garofano, rosa china, anice stellato, china, cardo mariano. Un naso sfaccettato, di grande complessità, che dopo oltre un’ora dalla mescita torna su un frutto dolce-acido di pompelmo rosa e ribes rosso.
Taste: timbro gustativo “nevrotico”, “sincopato”, un tannino ancora graffiante ma estremamente dolce, il vino mostra carattere per via di una lunga scia sapida, sorretta da vibrante freschezza e un corpo di tutto rispetto. Estremamente lungo il finale, richiama quasi tutti i sentori percepiti, gli stessi si alternano ritmicamente, a voler comporre una sinfonia e a ricordare ciò che la mente ha impresso durante l’analisi sensoriale. Un vino che ha un glorioso futuro davanti a sé, pieno di vitalità e coerenza territoriale.
Serving Temperature: 18°
Pair with: brasati di carni rosse ma anche a base di selvaggina, salumi sotto grasso e formaggi stagionati, risotto con luganeghe e Bramaterra.
Sommelier appretiation: 5
Wine description by sommelier: Andrea Li Calzi

Write a review

Note: HTML is not translated!
Bad Good
This site uses cookies to improve your browsing experience. We assume you accept that by countinuing browsing.
Trustpilot